Un Blog avvinato

Tre stelle per il Sagrantino 2017. La valutazione dell Annata

Tre stelle per il Sagrantino 2017, la valutazione

in Wine World Di

Sono state assegnate Tre Stelle (su un massimo di cinque) all’annata  2017 del Montefalco Sagrantino Docg. Un responso sopra le aspettative per un anno che è stato molto problematico, non solo in Umbria, dal punto di vista vitivinicolo e che ha messo a dura prova il lavoro di tutti i vignaioli del comprensorio di Montefalco. Le tre stelle vengono tradotte quindi in “annata pregevole” (in centesimi 88/100), e questo rappresenta un sospiro di sollievo soprattutto dopo due annate “top”, la 2015 e la 2016, che furono senza dubbio straordinarie, tanto da essere celebrate consecutivamente con le Cinque Stelle (quindi “annate eccezionali”).  Di seguito la valutazione completa da parte del Consorzio.

Vigna: Subito dopo il periodo del germogliamento, avvenuto in linea con le altre annate, si è registrata una gelata tardiva nel mese di Aprile, con le relative perdite di produzione. La primavera è poi decorsa con qualche pioggia. Il periodo estivo è stato invece asciutto e torrido, con alcune piogge che sono riapparse nel periodo pre-vendemmiale, dando la possibilità ai vigneti di proseguire la maturazione abbastanza gradualmente, anche se in anticipo rispetto agli standard. Annata molto complessa e difficile per le condizioni atmosferiche registrate, con un calo sensibile della quantità (- 40% sulla 2016). Senza dubbio una delle annate più calde e siccitose degli ultimi anni, che ha impegnato duramente i produttori, soprattutto nella gestione della vigna.

Cantina: La vendemmia, riequilibrata da qualche pioggia a ridosso del raccolto, ha permesso di portare in cantina uve sane, senza particolari problemi sanitari, di ottimo tenore alcolico, buona maturazione polifenolica e acidità leggermente più bassa della norma. In generale i vini hanno sorpreso positivamente, mostrando nel complesso ottimo equilibrio e piacevolezza, seppure nel solco di una certa potenza e calore. Vini leggibili, necessari di evolvere in bottiglia ma ottimi fin da subito; ideali per la tavola ed i classici abbinamenti con il cibo.

La commissione esterna

«Continua dunque anche il lavoro cominciato lo scorso anno con la nomina di una Commissione esterna composta da giornalisti e sommelier di rilievo nazionale ed internazionale, che affiancherà quella tecnica (composta dagli enologi interni delle aziende di Montefalco) nell’esame della nuova annata. Una scelta che conferma la volontà del Consorzio Tutela Vini Montefalco di aprirsi alla valutazione di esperti di grande rilievo, tra i principali rappresentanti del segmento stampa e operatori, per ottenere un giudizio quanto più articolato e puntuale possibile. Una quota della valutazione viene affidata agli operatori del settore (ristoratori, enotecari, addetti nel settore ho.re.ca.) accreditati all’Anteprima Sagrantino, mentre Non scompare la valutazione in stelle, che andrà a comporre il borsino delle vecchie annate».

«La Commissione esterna (composta lo scorso anno da Daniele Cernilli e Matteo Zappile) è stata quest’anno composta da due figure di primissimo piano nel mondo del vino italianoMarco Sabellico, firma di punta del giornalismo enogastronomico italiano, curatore della guida “Vini d’Italia” di Gambero Rosso, noto e stimato a livello internazionale per la sua profonda conoscenza del mondo del vino, e Marco Reitano, Chef Sommelier del ristorante Tre Stelle Michelin “La Pergola” dell’Hotel Rome Cavalieri di Roma (Executive Chef il pluripremiato Heinz Beck), Miglior Sommelier d’Italia per la rivista Food and Travel Magazine, insignito del titolo di Chevallier de l’Ordre des Coteaux de Champagne, nonché del Grand Award di Wine Spectator, del premio come Miglior Sommelier per Identità Golose e dell’Oscar del vino come miglior sommelier italiano».

Gli ultimi da Wine World

Torna Su