Un Blog avvinato

Quindici anni fa ci lasciava Gino Veronelli

in Manifesto Di

È l’anniversario della scomparsa del grande maestro Luigi, detto Gino, Veronelli. Il giornalista enogastronomico per antonomasia. La persona che ha raccontato l’Italia del Vino nella sua trasformazione, dal dopoguerra a oggi. È morto il 29 Novembre 2004, quindici anni fa. Fortunatamente ci ha lasciato tantissimo materiale ed è estremamente facile trovare oggi i suoi aneddoti, le sue storie, i suoi racconti. Testimonianze di pensieri e filosofie di questa figura mitica. Un bel memento, sempre più necessario e fondamentale, per raccontare il vino di oggi e di domani.

Ho sentito Lino Maga citarlo in una frase attualissima, a maggior ragione proprio in queste settimane di polemiche sullo spot del Tavernello: “Il peggior vino contadino è migliore del miglior vino industriale”.

Una altro amico ricordava, in un video, come lui fosse in prima linea nel lottare, con severità e intransigenza, nei confronti delle operazione facili del mercato alimentare. Con denunce, petizioni, e qualsiasi tipo di azione legale.

[Sulla pagina Facebook di RadioBottiglia, ho pubblicato una rarità: Gino Veronelli da Piero Chiambretti nel programma televisivo “Il Laureato”. Un’intervista spigliata, scapestrata, molto divertente ma anche con passaggi seri. Un vera chicca televisiva].

Commenta

Gli ultimi da Manifesto

Torna Su
Inline
Inline