Un Blog avvinato

Only Wine Festival, 5 domande a Sandro Camilli

in Eventi Di

L’Only Wine Festival doveva tenersi anche quest’anno e, come oramai da tradizione, in questo periodo. Ma l’appuntamento dedicato al vino di Città di Castello è finito nella lista degli eventi cancellati a causa del Covid-19. Tutto rinviato all’anno prossimo, purtroppo… Abbiamo fatto qualche domanda a riguardo a Sandro Camilli (Presidente Ais Umbria e Responsabile Ais Eventi Italia) tra i pilastri dell’Only Wine Festival.

Quali emozioni state vivendo dopo aver preso la decisione di cancellare l’evento?

Il sentimento comune è quello del dispiacere, ma dobbiamo essere bravi a trasformare questa rinuncia in una grande opportunità per organizzare l’edizione 2021 come la migliore mai realizzata, considerando anche che gran parte del lavoro è stato fatto quindi ci si può dedicare ancora di più ai dettagli, che, in realtà, sono quelli che fanno sempre la differenza. Certo l’aspettativa sarà altissima e faremo di tutto per non disattenderla.

Come ti immaginavi l’evento di quest’anno? E quali obiettivi vi eravate posti?

L’evento 2020 era stato organizzato tenendo conto dell’esperienza fatta negli anni precedenti, con l’intenzione di migliorare ciò che aveva funzionato meglio, anche in base ai riscontri e all’interesse dei visitatori e togliendo tante attività collaterali che, per quanto interessanti, potevano distorcere la vera natura ed essenza della manifestazione. L’obiettivo che ci eravamo posti era quello di creare un evento che anteponesse sempre di più l’aspetto culturale a quello commerciale. Meno quantità e più qualità.

Sarebbe stata organizzata come la scorsa edizione o come quella dell’anno precedente (cioè con gli “iglù” in centro alla piazza)?

Meno attività e meno spazi. Non ci sarebbero stati (e probabilmente non ci saranno più) quelli dedicati e dislocati in diversi punti della città. Soltanto 100 cantine tra giovani produttori under 40 e piccoli proprietari viticoli e un salone dedicato ai vignerons della Champagne come special guest. Inoltre, l’importantissima giornata del lunedì dedicata esclusivamente e interamente agli operatori di settore.

Come ti immagini l’edizione del 2021? Vorreste aggiungere qualcosa per renderla ancora più speciale?

Cercheremo di avere, prima di tutto, la riconferma della presenza dei vignerons selezionati della Champagne e ci dedicheremo soprattutto a garantire una grande e selezionata presenza degli operatori di settore, per i problemi che le aziende notoriamente hanno con l’acquisizione di nuove fasce di mercato, a maggior ragione oggi molto accentuati dal blocco causato dall’emergenza legata al virus.

Vorresti dare un messaggio a tutti gli espositori che avrebbero partecipato all’Only Wine Festival 2020?

Non abbattersi ne’ ora ne’ mai, reagire con tutta la forza che li caratterizza senza farsi sopraffare dalla delusione perché, dopo una tempesta, tornerà sempre a splendere il sole. Aggiungendo sempre un rinnovato entusiasmo, devono cercare di fare sistema e riconquistare gli spazi. Estendendo il messaggio a tanti altri giovani vignaioli, dico che saranno proprio loro il futuro della nostra viticoltura. Ne devono tener conto, anche nei momenti più brutti come questo che stiamo vivendo. Chiudo dicendo che il nostro evento sarà sempre al loro fianco per promuovere e valorizzare sempre di più le loro eccellenze.

Lascia un tuo commento

Richieste di rettifica, consigli o inviti? Scrivici a info@radiobottiglia.com. // Rectification requests, advices or invitations? Write us at info@radiobottiglia.com

Gli ultimi da Eventi

Torna Su