Un Blog avvinato

Maxi Furto Vinitaly RadioBottiglia

Scoop di RadioBottiglia: Maxi-furto di vino al Vinitaly

in Wine World Di

Solo una settimana fa apriva il Vinitaly 2019, la 53esima edizione, quella più grande di sempre. Numeri da capogiro: 125mila visitatori da 145 Paesi diversi. Così recitano i comunicati stampa celebrativi di Veronafiere a incorniciare un altro anno di successi. Eppure c’è una macchia che potrebbe rovinare l’aria di festa e mettere allo scoperto alcune falle nell’organizzazione. Un fatto di cui ancora nessuno ha parlato: un maxi furto di bottiglie di vino.

Proprio nel “day after“, giovedì mattina, quando la grande fiera era in fase di disallestimento, alcuni produttori hanno scoperto di essere stati derubati recandosi ai rispettivi magazzini.

Tra i primi a fare l’amara scoperta, Riccardo Pongelli Benedettoni di Tenuta di Saragano. Era arrivato in fiera la mattina, verso le otto, riuscendo ad entrare nel suo magazzino solo verso le 10 a causa del grande via vai di camion all’ingresso F. Il gelo di fronte a un intero bancale di vino sparito: 28 cartoni rubati. Bottiglie che contenevano anche del pregiatissimo Sagrantino, dal valore di 100 euro cadauna, di annate che risalivano fino alla 2007. Immediata e naturale la reazione, correre alla stazione dei Carabinieri per sporgere regolare denuncia.

Lì un’altra sorpresa: c’era una fila per stendere il verbale e comprendeva anche rappresentanti arrabbiatissimi di cantine più grandi – come Ricasoli – derubati anch’essi.

Sarebbero state rubate complessivamente più di 1200 bottiglie di vino, almeno secondo le informazioni raccolte da Pongelli Benedettoni durante quella brutta mattinata. Furti che sarebbero avvenuti non solo nel magazzino destinato al Padiglione Umbria, ma anche in altre zone della fiera, per un ammontare di decine di migliaia di euro.

E non è la prima volta che si sono verificati furti di questo tipo al Vinitaly. Solo un anno fa vennero rubati interi bancali di vino delle aziende di Castello di Corbara e di Feudi Disisa. Cambia però il mudus operandi: all’epoca i furti erano avvenuti in fase di allestimento, quindi oltre il danno anche la beffa, perché poi i produttori, steward e hostess dovettero farsi tutto l’evento nei rispettivi stand vuoti, con le braccia incrociate.

Aspettando il prosieguo delle indagini, sappiamo che ci sono delle immagini catturate dalle telecamere di sicurezza al vaglio degli inquirenti, resta un’altra incognita: che fine farà la refurtiva? La prima ipotesi, forse quella più convincente, è che il vino rubato finisca nei mercati esteri.

Aggiornamento 16/04

Dopo essere stati i primi a parlare del Maxi furto di bottiglie al Vinitaly ritroviamo oggi la notizia anche sui giornali cartacei. “Va al Vinitaly e gli rubano 168 bottiglie di Sagrantino”,  così recita il titolo di Corriere dell’Umbria di stamani, con un articolo di Maurizio Muccini, in prima pagina.

Tenuta di Saragano Corriere dell Umbria Sagrantino Rubato Vinitaly

Ecco l’articolo integrale: “Brutta avventura per  l’imprenditore Riccardo Pongelli Benedettoni al Vinitaly di Verona, la più grande manifestazione dedicata al vino che si è chiusa mercoledì scorso. Il titolare della Tenuta di Saragano di Gualdo Cattaneo, che insieme ad altre aziende facenti parte del consorzio Umbria Top ha presentato le sue produzioni, il  giovedì seguente (al momento di caricare sul camion il vino residuo) ha scoperto di essere finito nella rete dei ladri. Che si erano appropriati di ben 28 cartoni di vino per un totale di 168 bottiglie di Sagrantino docg. “Tra l’altro di vecchie annate e quindi di assoluto pregio”, ha detto con voce rotta dalla rabbia Pongelli Benedettoni. Anche perché “nel nostro padiglione, nonostante l’obbligo di avere un pass per essere riconosciuti, alla fine è entrato chiunque, delinquenti compresi”. A quel punto a Riccardo Pongelli Benedettoni non è rimasto altro da fare che presentare la denuncia ai carabinieri. “In quella circostanza ho appreso che non ero stato solo io a cadere in trappola, dato che altre importanti cantine avevano subito la mia stessa sorte. Si parla di 1200 bottiglie di grande qualità che hanno preso il volo”.

Commenta

Gli ultimi da Wine World

Torna Su
Inline
Inline