Un Blog avvinato

Il primo post non si scorda mai. Via alle trasmissioni!

in Manifesto Di

Signore e signori siamo online. In pochissimo tempo, dopo appena quattro chiacchiere davanti a qualche bicchierino di vino abbiamo trasformato un’idea in azione. Abbiamo comprato i domini e abbiamo montato questo sito. Per ora lo trovate nella sua prima forma. Scarna, rozza e rudimentale. Siamo appena nati, ma dateci tempo. Il blog passo dopo passo diventerà sempre più bello, sia dal punto di vista dell’estetica ma soprattutto dei contenuti. Possiamo dire tranquillamente che abbiamo tutti i “know-how” per scrivere e produrre contenuti di qualità, non si tratta di un “armiamoci e partiamo”.

Ma perché nasce questo blog? E soprattutto a chi è dedicato? È dedicato a tutti coloro che sono appassionati di vino e cibo, ai cosiddetti “foodies“, ai “gourmet“, ma anche e soprattutto agli addetti del settore.

Proprio questi ultimi sono e saranno sempre le nostre fonti primarie. Lo scopo? Bé, è quello di parlare di quel mondo che viene chiamato “Food and Beverage” nella maniera più indipendente e libera possibile. Quante testate ci sono online riguardante all’argomento? Tantissime. Quante sono davvero intellettualmente oneste? Pochissime. Comunque, anche se le sommiamo tutte non possiamo dire che siano troppe. Perché tra i punti cardine del giornalismo, e anche del  giornalismo enogastronomico, oltre a fare denuncia e scrivere delle verità, c’è quello della pluralità. Questo principio che viene spesso dimenticato oppure schiacciato da logiche economiche o solo prettamente editoriali.

Quindi ora ci siamo anche noi, avvinati, mai avvinazzati. E ci vogliamo posizionare in uno spaziato super-partes. Contro quelli che lo fanno per un gettone, un pasto gratis, qualche “cambio merci“, ma anche contro quelli che si atteggiano a eremiti, che si sentono staccati dal mondo reale perché si chiudono nelle loro torri d’avorio. Cercheremo la verità, supportati da una etica del dubbio (quasi garantista) per non farci eccedere di giustizialismo.  Daremo comunque a Cesare quel che è di Cesare, però non risparmieremo bordate micidiali ai cattivoni o ai furbetti di turno.

Lo facciamo solo per il gusto di farlo. D’altronde vino e cucina dovrebbero appagare prima di tutto questo, il gusto.

Commenta

Gli ultimi da Manifesto

I Legumi

Nonostante la Monsanto, corazzata multinazionale dell’agrochimica, ora acquistata dalla Bayer, azienda farmaceutica
Torna Su
Inline
Inline