Un Blog avvinato

Vinitaly 2019 RadioBottiglia

Aspettando il Vinitaly 2019

in Eventi Di

Il leviatano. La grande balena. È ormai giunto il momento del mastodontico evento di vino: il Vinitaly 2019 (dal 7 al 10 Aprile). Da giorni non si parla d’altro in rete e l’attesa mette tutti in fibrillazione. A cominciare dai social, dove gli utenti cercano più consigli e suggerimenti possibili su quali padiglioni e stand visitare, quali vini provare, in questo rush finale.

Mentre i wineblogger scrivono le liste di aziende amiche, taggando nei post a manetta tutti: dal vignaiolo eremita all’amico che non vede da trent’anni.

Gli uffici stampa lavorano a spron battuto, mandando email come non ci fosse un domani. E le caselle di posta elettronica dei winelover del pianeta si riempiono di inviti per il 90% noiosissimi, di conferenze noiosissime, semi deserte già in partenza.

Non mancano e non mancheranno le stories su Instagram di persone sconosciute che si definiscono winedefic.. influencer  ma che di influente non hanno proprio niente. L’appuntamento veronese per loro sarà l’acme, il punto più alto della loro continua fiera delle vanità.

Poi c’è il mondo dell’offline, che per quattro giorni correrà più velocemente di una connessione 5g. Particolarmente attenti al fatturato, i più scattanti saranno i rappresentanti di vino, che già fanno la conta degli ingressi a disposizione da smazzare oculatamente.

Gli agenti di tutta Italia, che dovranno fare la spola tra i propri clienti e i vari produttori che rappresentano. Una corsa contro il tempo con l’obiettivo di fare più ordini possibili e destreggiarsi per le caotiche file tra un padiglione e l’altro, macinando chilometri stand dopo stand. Perché al Vinitaly si lavora, eccome!

Quindi il Vinitaly è bello, è variegato ed è enorme. Ma per chi ci lavora può essere anche enormemente sofferto. È l’evento che decide il mercato, i trend che durano un anno intero, ovvero fino al Vinitaly successivo.

E per avere un’idea ancora più nitida ecco un paio di numeri alla mano. Lo scorso anno la fiera ha chiuso registrando ben 128 mila visitatori, con oltre 4.380 aziende espositrici e più di 15.100 vini proposti.

Per cui ci sta tutto, ci sta lo stress, ci stanno le corse all’ultimo minuto, ci sta l’ansia di tutti gli addetti ai lavori.

E ci staremo anche noi di RadioBottiglia.

Dunque buon Vinitaly a tutti.

Commenta

Gli ultimi da Eventi

Torna Su
Inline
Inline