Un Blog avvinato

Mel Belluno “All’Ombra del Borgo”

All’Ombra del Borgo, il vino protagonista a Mel

in Eventi Di

In uno dei borghi medievali più belli d’Italia, Mel (Borgo Valbelluna, provincia di Belluno), il prossimo weekend sarà dedicato al mondo del vino. In particolare i winelover potranno scoprire e approfondire, ma soprattutto degustare, vini a “Km 0”, eccellenze locali come quelli frutto di vitigni PIWI, acronimo di Pilzwiderstandsfähige Rebsorte. Sicuramente più facili a berli che a nominarli, questi vini sono prodotti da vitigni super resistenti alle malattie della vigna, no ogm e super biologici.

Sarà la prima edizione della manifestazione di Mel,  All’Ombra del Borgo”, (ombra nel dialetto locale significa bicchiere di vino) in programma sabato 20 e domenica 21 luglio nel nuovo comune di Borgo Valbelluna (BL)

Oltre ai vitigni PIWI sarà un’occasione per scoprire vitigni autoctoni locali come la Pavana e la Bianchetta, vini rari e ricercati con produzioni di poche migliaia di bottiglie, da viticoltura eroica, di montagna, di mare, di collina e di piccole realtà emergenti gestite da giovani vignaioli bellunesi.

Tra i giovani winemaker protagonisti dell’evento ci sarà anche Nicola Biasi, consulente enologo e produttore di un vino già divenuto cult (il Vin de la Neu).

«Di sicuro le varietà resistenti sono una soluzione e un’opportunità per la provincia di Belluno – ha dichiarato Nicola Biasi, uno dei giovani enologi più apprezzati del panorama nazionale (nel 2015 si è aggiudicato il premio Next in Wine dei Preparatori d’Uva Simonit & Sirch) – dove la viticoltura è abbastanza difficile per due motivi: principalmente per le condizioni climatiche perché piove molto e quindi la gestione della difesa dalle malattie diventerebbe onerosa sia in termini economici che ambientali; l’altro problema è che l’uva fa abbastanza fatica a maturare. Le varietà resistenti sono “tendenzialmente” più precoci, servono meno trattamenti e, arrivando facilmente a maturazione, danno vini di qualità».

«Piwi – ha continuato Alex Limana, produttore di Mel – significa “vitigni resistenti alle crittogame”. Queste tipologie innovative di vite sono rinomate per la loro resistenza alle malattie funginee, che permette un minor numero di trattamenti e dunque minor impatto per l’ambiente a livello atmosferico e naturale. Esse offrono una soluzione a chi tende la mano ad una viticoltura naturale, biologica, sostenibile e libera da interventi fitosanitari: una viticoltura senza chimica ed un terreno sgravato dagli innumerevoli passaggi dei trattori nei filari per effettuare la copertura fitosanitaria, che comportano a loro volta inquinamento atmosferico e compattamento del terreno. Questa la testimonianza che oggi fare agricoltura biologica, naturale, senza chimica e sostenibile, non è più un sogno, bensì “La Realtà Piwi”».

Orari e altre info:

Orari manifestazione: dalle 17.00 alle 24.00 con produttori e sommelier ai banchi d’assaggio, e due degustazioni guidate, una dedicata ai vini Piwi sabato dalle 19.30 alle 21.00, e una ai grandi vini italiani domenica dalle 19.30 alle 21.00 premiati alla Vinoway Wine Selection 2019 con le migliori produzioni delle aziende italiane tra cui Barolo, Sforzato di Valtellina, Lagrein, Primitivo di Manduria, Fiano e Sauvignon.

E poi spettacoli musicali con gruppi jazz in collaborazione con i maestri della Scuola di Musica Arte Nuova sia sabato che domenica dalle 21.00 e la mostra fotografica di Erica Gallon “Scatti da Mel e scorci dal mondo”.

Infine un’area food con i prodotti del territorio tra cui i formaggi come il Piave Dop e un erborinato, le confetture locali in abbinamento, i salumi bellunesi, i prodotti da forno, dolci sfiziosità artigianali e il sidro di mele della Valbelluna.

Commenta

Richieste di rettifica, consigli o inviti? Scrivici a info@radiobottiglia.com. // Rectification requests, advices or invitations? Write us at info@radiobottiglia.com

Gli ultimi da Eventi

Torna Su
Inline
Inline