Un Blog avvinato

Sogno Autarchico Gianni Ruggiero

Il Capodanno 2020 Autarchico nel teatro del Sogno

Come a teatro va in scena l’Autarchico e gli amici di Radio Bottiglia sono i benvenuti.

L’effimero, l’inutile rincorsa al superfluo, il fugace e fragile godimento per il nulla. La macchina dai mille accessori, il telefonino di ultima generazione, il vestito dell’influencer di turno o tutto quello che può supplire ad un’emozione vera. Viviamo un periodo dove non ci si emoziona più, la depressione è il male del secolo, non ci si ascolta, ognuno pensa a ciò che deve dire mentre l’interlocutore esprime un’opinione fottendosene di ciò che dice. Confusione, rumore, frastuono e silenzi assordanti fanno compagnia alle giornate di ognuno di noi. Continua a leggere

classifiche

Sangiovese di razza, Zac 2016 Principe Corsini

in Wine Notes Di
Zac 2016 Chianti Classico Gran Selezione Principe Corsini

Perennemente alla ricerca di buoni vini. Chiamateci winelover, chiamateci appassionati di vino, ma questa è la missione che ci accomuna tutti. Soprattutto chi scrive e chi legge questo blog. Qualche settimana fa ero alla serata del Chianti Classico a Milano, la sala dei banchetti era chiaramente in overbooking, in tantissimi erano accorsi per assaggiare i vini eccellenti delle aziende selezionate dal Gallo Nero per la trasferta meneghina. Molte le conoscevo, altre no. E tra queste una mi ha davvero colpito: Principe Corsini. Una azienda che si trova nella punta nord del territorio del consorzio, a San Casciano in Val di Pesa, e che ha radici antichissime, arrivano fino al 1363. Continua a leggere

Conte Vistarino, tutte le declinazioni del Pinot Nero

in Wine Tour Di
conte vistarino RADIO BOTTIGLIA

Quando la macchina finalmente lascia l’autostrada gli occhi hanno qualcosa di meglio da guardare. L’orizzonte, fino a qualche minuto prima totalmente piatto, incomincia a trovare le prime colline. Il paesaggio radicalmente cambia una volta attraversato il grande Po. Non bisogna aspettare molto e già compaiono le prime vigne. Private, contadine, e isolate. Aumentano decisamente dopo appena qualche metro, abbandonando la pianura. Ecco le prime pendenze, quelle tanto care a Lino Maga. Lui sostiene che, quelle, come ci sono in Oltrepò non ci sono da nessuna altra parte al mondo, figuriamoci  in Italia. E fanno sempre un certo effetto ora che i vigneti si fanno più seri e ti guardano dall’alto, passandoti accanto, sopra una strada piena di buche. La zona è bellissima, nonostante una delle prime vere nebbie dell’anno, in questo finale di ottobre. Però il verde rigoglioso distende immediatamente i sensi di chi vive quotidianamente in città e fa subito bene all’animo. Continua a leggere

1 2 3 84
Torna Su
Inline
Inline